martedì 21 novembre 2017

Vellutata di zucchine, patate e lenticchie rosse con crostini

In famiglia adoriamo le vellutate di qualsiasi tipo, spesso le preparo guardando quale verdura ho in frigorifero che magari sta per appassire in modo da non dover buttare nulla, oltre quindi ad essere buone sono anche un buon metodo per svuotare il frigo e liberare spazio per verdura sempre fresca.
Ieri sera ho voluto rifare la vellutata più gettonata dalle mie bambine e devo dire che è piaciuta parecchio! Questa ricetta è cucinata col bimby ma potete tranquillamente farla anche in pentola e poi frullarla calda con un frullatore a immersione.


Vellutata di zucchine, patate e lenticchie rosse.

Ingredienti x 3/4 persone
100gr di lenticchie rosse
2/3 zucchine medie
1 patata piccola
1 scalogno
30gr di olio extravergine di oliva + quello per decorare
Acqua circa lo stesso peso delle verdure, comunque fino a copertura delle verdure.
1 cucchiano di dado vegetale (fatto col bimby)
Crostini di pane croccanti (io prendo quelli già pronti del conad fatti con olio evo)


Procedimento
Ho tritato nel bimby lo scalogno a velocità 5 per 3 sec. 
Ho poi raccolta sul fondo lo scalogno e ho aggiunto 30 gr di olio evo e ho soffritto 3 min 100° vel. 1
Nel frattempo ho pulito le zucchine e le patate e le ho tagliate a pezzi non troppo piccoli ne troppo grossi e li ho aggiunti al soffritto nel bimby insieme alle lenticchie rosse, ho riempito d'acqua fino a coprire le verdure e qualcosa in più, ho aggiunto il dado vegetale e impostato 25 min 100° vel. 1
Al termine della cottura ho frullato 30 sec. vel. 8 e poi di nuovo 30 sec. vel. 8 per renderla più liscia.
Ho messo nel piatto e aggiunto i crostini e un filo d'olio.

Be che dire ce la svampiamo tutta senza che rimanga neanche una goccia.


giovedì 16 novembre 2017

Torta al grano saraceno e Mirtilli cotta nel fornetto versilia.

Nonostante sia la stagione del forno acceso io amo troppo cucinare ciambelloni nel mio fornetto versilia da 26cm. Ogni cosa che provo a fare viene benissimo e lievita molto bene, l'unica pecca è che viene tutto col buco!
Oggi voglio proporvi questa ricetta che secondo me è un buon compromesso tra dolce salutare e buono di sapore. E' una torta con farine senza glutine e pochissimo zucchero aggiunto.



Torta al grano saraceno e Mirtilli cotta nel fornetto versilia.

Ingredienti
150 g farina di grano saraceno
50 g farina di tapioca
80 g farina di riso
70 g farina di nocciole o mandorle
2 uova
120 g di zucchero di canna integrale (io ho usato zucchero di cocco integrale)
200 g di succo di mela
70 g di olio di semi di girasole
2 cucchiaini di cacao
Buccia di mezzo limone
150 g di mirtilli neri
1 bustina di lievito (io ho usato lievito naturale a base di cremor tartaro)

Procedimento
Tritare le nocciole e metterle da parte, tritare lo zucchero di canna con la buccia di limone, aggiungere le uova e montare, aggiungere a filo l'olio, il succo di mela e infine le farine mescolate insieme con il lievito, e il cacao, mescolare e aggiungere metà mirtilli ancora e mescolare antiorario velocità 2 oppure a mano. Mettere l'impasto nel fornetto imburrato ed infarinato, mettere sopra il resto dei mirtilli. Io ho cotto nel Versilia da 26 cm sul fuoco medio per circa 5 minuti al max, poi ho abbassato al minimo e ho cotto per altri 45 minuti. Alla fine fare la prova stecchino per verificare che la torta sia cotta.



Attenzione alla cottura e al fuoco perchè ogni cucina è regolata diversa e dovete provare per capire come è meglio cuocere col vostro fornetto sulla vostra cucina.

mercoledì 15 novembre 2017

Il pane super

Sono sempre alla ricerca di ricette nuove con ingredienti nuovi. Soprattutto perchè ultimamente fatico a digerire farine con glutine e lieviti. Mi sono imbattuta nel sito "la rapa cruda" di Emanuela Caorsi una nutrizionista olistica e se avete voglia di sfogliare il suo sito ci sono un sacco di ricette interessanti! Una tra le tante mi ha incuriosito e ho provato a farla, si tratta del pane super (ricetta originale qui) e devo dire che è venuto abbastanza bene anche se il sapore predominante è quello della farina di grano saraceno che mi piace ma quando è troppo forte poi non mi piace più.


Vi posto la ricetta che chiaramente è la stessa di Emanuela.

Ingredienti secchi
150 gr (1 cup) di farina di grano saraceno
75 gr (1/2 cup) di farina di riso integrale o di miglio bruno
75 gr (1/2 cup) di mandorle o mix di semi di girasole e semi di zucca
4 cucchiai di semi di lino
2 cucchiaini di lievito o 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio + 1 cucchiaino di cremor tartaro
1 cucchiaino di sale marino
1 e 1/2 cucchiai di polvere di psillio
8 cucchiai di semi di zucca + extra per guarnire
8 cucchiai di semi di girasole + extra per guarnire

Ingredienti umidi
360 ml (1 e 1/2 cups) di acqua senza cloro
4 cucchiai di olio di oliva 
o olio di cocco
1 cucchiaio di aceto di mele non pastorizzato

Procedimento
Preriscalda il forno a 180°C.
Frulla le mandorle o i semi in un piccolo frullatore fino a quando non saranno ridotti in farina. Rivesti uno stampo da plumcake con della carta da forno. Tieni da parte.
In una ciotola capiente metti tutti gli ingredienti secchi e mescolali con le mani. Fai un buco nel centro e versa l’acqua e l’olio. Mescola bene.
Aggiungi l’aceto di mele, mescola nuovamente, quindi versa il composto nello stampo e aggiungi sulla superficie alcuni semi di girasole e di zucca.
Inforna per 60-65 minuti. Dopo 30-40 minuti è meglio mettere un foglio di alluminio che copra la superficie di modo che non si bruci.
Lascia raffreddare il pane nella teglia per 10 minuti, quindi sformalo e fallo raffreddare su una griglia.
Dura 2-3 giorni fuori dal frigo. Puoi anche congelarlo o tenerlo in frigo per 5 giorni. Scaldato in padella o in forno è super.

La prossima volta voglio aumentare la farina di riso e diminuire quella di grano saraceno e vedere se così va meglio. Poi aggiornerò la ricetta!

martedì 14 novembre 2017

Straccetti di pollo croccanti!

Noooooo manca la farina!! E adesso come faccio? Ieri è stata questa la situazione in cui mi sono trovata. A pranzo sono solita cucinare in azienda visto che abbiamo una cucina lì ma non ho sempre tutti gli ingredienti che ho nella dispensa di casa.
Volevo fare degli straccetti di pollo con farina per rendere più cremoso il tutto ma la farina non l'avevo! E quindi pensa e guarda, pensa e guarda..... e ideaaaaaa!
Uso la farina per fare la polenta! E devo dire che il risultato è venuto molto buono, diverso dalla cremosità della farina ma ottimo come alternativa.
Vi lascio quindi la ricetta per questi straccetti di pollo croccanti.


Straccetti di pollo croccanti

Ingredienti x 4 persone
4 fette di petto pollo (o tacchino se preferite)
250 gr Farina per polenta istantanea
Curcuma e curry
Erbe aromatiche secche
sale e pepe
Olio extravergine di oliva
Poca acqua

Procedimento
In un sacchetto da freezer mettere la farina per la polenta, un cucchiaino raso di curry e una punta di curcuma, un pò di erbe aromatiche secche, sale e pepe a piacere. Tagliare le fette di pollo a strisce e chiuderle nel sacchetto e per la vostra gioia sbatterlo e muoverlo finché tutte le striscioline non sono ben coperte dalla polenta.
A parte scaldare in una pentola antiaderente un pò di olio, e versare gli straccetti nella pentola facendo attenzione a separarli per bene. A fuoco medio alto cuocere e girare i pezzi singolarmente finché non sono cotti. Se necessario mettere un goccio d'acqua per non bruciare nulla ma nel mio caso ne ho fatto a meno così sono venuti croccanti.


Ho accompagnato gli straccetti con un buonissimo fricò di verdure e dell'orzo perlato bollito.
Erano buonissimi
Provare per credere!

venerdì 10 novembre 2017

Risotto alla zucca

Inflazionatissimo risotto alla zucca vista la stagione!
Che ci volete fare io adoro la zucca cucinata in tutti i modi sia nei dolci che in ricette salate! L'autunno mi piace molto soprattutto perchè ci sono le zucche e le melagrane altra mia grande passione!



Come ho scritto in vari post sto cercando di capire cosa piace alle mie bimbe ed ho scoperto che il risotto piace moltissimo! Allora ho pensato di usare la zucca per fare il risotto arancione come piace chiamarlo a loro e devo dire che è sempre un grande successo!
Vi metto la ricetta col bimby ma è possibile farlo anche in padella senza problemi.



Risotto alla zucca

Ingredienti x 4 persone
320gr di riso carnaroli o baldo
30gr di olio extravergine di oliva
mezza zucca delica piccola
740 gr di acqua di cottura della zucca
1 cucchiaino di dado vegetale
1 scalogno non troppo piccolo
vino bianco per sfumare

Procedimento
Cuocere la zucca in abbondante acqua salata pochissimo, che poi terremo per cuocere il riso in cottura.
Nel frattempo che la zucca cuoce mettere lo scalogno nel bimby e frullate 3 sec. velocità 7, aggiungete l'olio e fate soffriggere 3 min 100° vel 1. Poi aggiungete il riso e il vino e fate sfumare il vino per 3 minuti 100° vel 1 antiorario. Aggiungete la zucca che io ho passato nell'attrezzo per fare i passatelli e poi mettetela nel bimby insieme al riso. Aggiungete l'acqua di cottura della zucca e il dado vegetale e impostate 15 minuti 100° vel 1 antiorario. Io ho messo 15 minuti ma vi conviene controllare durante la cottura se è sufficiente anche un pò meno, dipende anche dalla qualità del riso che utilizzate. 
Alla fine mantecare con un pò di parmigiano e servire ben caldo.
A noi il risotto piace all'onda quindi molto morbido e cremoso.


martedì 7 novembre 2017

Maionese di lupini

Sapete quando provate a fare una ricetta che dovrebbe riprodurre un falso cibo e non vi aspettate nulla.... ma poi il risultato finale è quasi più buono dell'originale???
Be a me è successo con la maionese di lupini!!!
Voi direte naaaaaaaaaaaaaaaaa.....
E invece è buonissima, si avvicina moltissimo all'originale ed è buonissima e sanissima visto che vengono usati ingredienti vegetali e non grassi come nella maionese con le uova!
Siete curiosi?
Eccovi la ricetta!


Maionese di Lupini

Ingredienti
120gr di lupini già cotti puliti dalle bucce
70gr di olio extravergine di oliva
80gr di acqua
1 cucchiaino di senape
1 cucchiaio di aceto di mele

Procedimento
Non ho usato il bimby questa volta perchè la quantità di ingredienti è troppo poca quindi ho messo tutti gli ingredienti in un piccolo frullatore tipo questo e ho frullato per circa 1 minuto, la consistenza deve essere liscia. Come vedete nella foto qui sotto. Avevo provato a farla con un frullatore ad immersione ma nel mio caso non era venuta liscia. Mi raccomando non aggiungete sale perchè i lupini in confezione cotti sono già salati.



E' diventata una droga la faccio spesso anche solo da spalmare su dei cracker di grano saraceno e un pò di verdura. I lupini sono ricchi di proteine ed un buon alimento per sostituire ingredienti di origine animale.

mercoledì 30 agosto 2017

La pasta madre

Che dire.... non ci riesco.
Ho provato svariate volte a partire per fare la pasta madre ma succede spesso che si irrancidisce o al primo utilizzo non funziona e non lievita nulla.
Di ricette online ne ho trovate tantissime ma ogni volta che mi ci metto devo buttare tutto.
Premetto che vorrei usare farine semintegrali come la TIPO 1 o 2.
Vi prego se qualcuna ha voglia e pazienza potrebbe dirmi come fare?

venerdì 30 giugno 2017

Dopo tanto tempo...

Mamma mia da quanto non scrivo ..... è passato più di un anno in cui sono successe davvero tante cose. Dopo l'ultimo post in cui eravamo riusciti a togliere il pannolino alla più grande siamo finalmente arrivati alla fine dell'asilo e le tanto agognate ferie ad agosto! Partiamo per una bellissima crociera che però poi si rivelerà uno stress enorme soprattutto per me. Purtroppo alla partenza dal porto di ancora abbiamo preso una perturbazione e la nave è stata inclinata per circa 10 minuti interminabili per colpa di un vento a 170 km orari preso sul fianco. Insomma io ho vissuto quest'esperienza in maniera traumatica, vedere che neanche l'equipaggio sapeva cosa fare è stato davvero molto stressante.
Eravamo a cena e avevamo visto e sentivamo la nave ballare e ondeggiare, ma avendo fatto altre crociere non mi ero minimamente preoccupata, normale amministrazione!
Mentre stavamo facendo l'ordinazione al cameriere, la nave ha iniziato ad inclinarsi da una parte, sempre di più sempre di più, cadevano bicchieri e piatti ovunque e vediamo sparire i camerieri e iniziare a correre a dx e a sx. Soccorrono alcune persone che si sentono male e noi intanto eravamo impietriti con le bimbe che fortunatamente non si sono accorte quasi di nulla.
Ecco in quel momento io ho vissuto un panico e una paura che non si può descrivere, mi rimarrà sempre dentro ... purtroppo. Nei giorni seguenti tutto si è svolto normalmente ma io ho continuato ad avere paura e ogni notte durante gli spostamenti la nave ondeggiava moltissimo perchè c'era parecchio vento in mare ed io ero terrorizzata.
Non auguro a nessuno di passare una vacanza così....

Tornati a casa purtroppo ho iniziato a non sentirmi bene e da lì è incominciato il mio calvario con l'ipertensione..... Ad oggi fatico ancora ad accettare di essere ipertesa ma dovrò farmene una ragione soprattutto per le mie adorate bimbe.
L'aver avuto due gravidanze una dietro l'altra, non aver dormito adeguatamente per ben 4 anni, lo stress di ogni giorno, ecc... ha purtroppo contribuito all'accelerazione di una malattia cronica che sarebbe in ogni caso venuta visto che mio padre è iperteso. Il problema è che nel mio caso questa pressione mi da moltissimi sintomi e mi toglie spesso le forze.

Dopo la vacanza a settembre La più grande ha incominciato la materna, percorso tosto per lei perchè anche se ha frequentato il nido l'anno prima non è propensa ad andare a scuolina insieme agli altri bambini.
A dicembre durante le feste di natale siamo riusciti a spannolinare anche la piccola e a settembre 2017 inizierà anche lei la materna nella stessa scuola della sorella grande.
Io continuo a lavorare tanto e a sentirmi terribilmente in colpa per non essere una madre presente come quelle che sono a casa dal lavoro, ma non posso fare diversamente.

Mi metto a nudo perchè credo che la vita reale non sia quella bella e perfetta che oggi le mamme blogger fanno vedere. Non tutte sono a casa con tanto tempo da poter dedicare ai figli e alla propria passione/lavoro. Molte di noi lavorano fuori casa, lasciano i figli a scuola e tornano la sera per preparare una cena veloce e fare tutto quello che non si riesce durante il giorno, ricavandosi anche qualche momento di gioco con le bambine.

Mi piacerebbe tanto confrontarmi con altre mamme nella mia situazione!

mercoledì 4 maggio 2016

Evviva togliamo il pannolino..... solo però se siamo davvero pronti!

Ho letto tanto in merito a questo argomento, libri, post di blog di mamme, gruppi di facebook inerenti allo spannolinamento. Ebbene io sono del parere che non si possa decidere di togliere il pannolino al bambino perchè compiuti i due anni è ora. La mia esperienza è stata tragica l'anno scorso, al compimento dei due anni siccome tutte le mamme dei coetanei di Beatrice l'avevano tolto ho pensato di provare anch'io.... mai cosa più sbagliata! O meglio grazie a questa prova ho capito che non era per niente pronta!
Trovo anche assurdo il discorso se lo togli non tornare indietro..... ma dai!!!!

Beatrice si rifiutava proprio di sedersi sia sul vasino che di dirmi se gli scappava o meno. Così ho deciso di rimettergli il pannolino. E' passato un anno quasi e in questo anno le ho sempre parlato del fatto che doveva dirmi quando la faceva, soprattutto per la pupù! Senza però mai fargli pesare o forzarla.

Quest'anno per le vacanze pasquali ho pensato di riprovare ed è andata alla grande!




Un'altro aiuto importante sono stati i libri che abbiamo letto in bagno e ve ne consiglio due molto carini! Il vasino della principessa che potete trovare qui, in versione maschile si chiama il vasino del pirata! Il secondo libro si chiama il mio vasino della chicco, quest'ultimo me l'hanno regalato quindi non saprei dove potrebbe essere acquistabile.

Come capire i tempi dei bambini..... me lo sono chiesto tante volte e sinceramente in questo caso io non l'ho capito ho semplicemente provato a chiedergli se voleva provare a stare senza pannolino. Lei ha accettato e dopo i primi due incidenti il primo giorno ha fatto sempre tutto nel vasino, dopo 3gg mi diceva lei che voleva andare a fare pipì o pupù! E dopo neanche due settimane lo abbiamo tolto anche di notte.

Quindi mamme non agitatevi, non guardate le altre mamme e gli altri bambini seguite davvero i tempi del vostro bimbo e non abbiate ansie o paure di essere in ritardo!

martedì 1 marzo 2016

Pasta e fagioli light .... una bontà per i bambini!

Alle mie bimbe piacciono tantissimo zuppe e passati di verdure e ogni settimana preparo per loro la pasta e fagioli col bimby. E' ottima anche per noi adulti e mio marito l'adora.
Sono quei piatti della tradizione che spesso non facciamo ma che sono buonissimi, semplici e finiscono in un lampo!


Pasta e fagioli .... ricetta col bimby

Ingredienti x 4 persone
200 gr di fagioli borlotti già lessati
1 scalogno
30gr di carote
30gr di sedano
1200 ml di acqua (o brodo vegetale)
1 cucchiaio abbondante di dado vegetale fatto col bimby
40gr olio extravergine di oliva
1 rametto di rosmarino lavato e asciugato
1 barattolo da 200gr di passata mutti
200gr di pasta piccola (tipo risoni, farfalline, stelline,ecc..)

Procedimento
Mettere lo scalogno e il rosmarino dentro il boccale e frullare 10 sec velocità 7. Poi mettere l'olio extravergine d'oliva e far rosolare 3 minuti a 100 gradi velocità 1. Poi mettere il sedano, la carota, i fagioli borlotti e frullare 5 sec velocità 7. Aggiungere 1200 ml di acqua e il dado vegetale bimby, far cuocere 20 minuti a 100° velocità 1. A fine cottura io omogenizzo 10 secondi velocità 8 e poi butto la pasta e imposto la cottura scritta sulla scatola. Prima di cuocere la pasta sentite se il brodo è saporito o altrimenti buttate un pò di sale grosso a vostro piacimento. A fine cottura lo servo nei piatti con un pò di parmigiano e un filo di olio a crudo.

Ogni volta che la faccio le bimbe puliscono il piatto! Fatemi sapere se anche i vostri bimbi apprezzano!!